Castrocaro 2013

Pubblicato il da rita

Un bel giorno attraverso facebook mi contatta un noto cantautore italiano… il suo ufficio stampa gli aveva segnalato nomi di artisti italiani che reputava interessanti per un’idea di format televisivo che in realtà per motivi economici non è mai stato realizzato…

ma il punto non è questo… il punto è che da quel momento il cantautore in questione ha voluto ascoltare i miei brani, ci siamo confrontati (per quanto diversi fossero i nostri ascolti) e dopo avermi invitato ad aprire un suo concerto mi ha proposto di partecipare a Castrocaro… premetto che fino a qualche anno fa osservavo da molto lontano queste cose e trovavo ridicoli i genitori che iscrivevano i loro figli a manifestazioni di questo tipo… idea che conservo ancora perchè ritengo che deve maturare nell’artista stesso la voglia di partecipare a gare/festival/contest di questo genere…

in ogni caso avendo partecipato, sempre molto per caso, l’anno prima a Sanremo rock ed avendo ritenuto l’esperienza comunque positiva per far conoscere ad altri la mia musica, decido di iscrivermi a Castrocaro… supero i primi provini e arrivo nella città di Castrocaro dove partecipo ad una settimana di intense attività in Accademia (lezioni di canto, confronti con discografici, incontri con discografici anche “provoloni”, con artisti provenienti da tutta Italia, bravi e meno bravi, raccomandati e anche no e tanto altro)

Supero le selezioni dell’Accademia e conosco musicisti , arrangiatori, tecnici di tutto rispetto… prima tappa Roma, seconda tappa Reggio Calabria (la tappa che ricordo con più piacere), terza tappa, quella finale, in provincia di Benevento… truccatori, interviste, Raiuno… la gente impazzita per un minuto sotto i riflettori… io invece capivo di non essere pronta ad avvicinare a me la telecamera ma scesa da quel palco mi era bastato ancora una volta che gente sconosciuta del pubblico mi avvicinasse con un pezzo di carta e una penna per ricevere un autografo…

sono arrivata alla fase finale e ho anche scovato il mio volto nelle registrazioni di Raiuno qualche tempo dopo per qualche secondo… della mia musica nemmeno l’ombra però… e lì ho capito che probabilmente se non hai un papà importante (papà inteso come guida, manager) o se non ti piace piegarti ad un sistema più grande di te difficilmente la tua musica scavalcherà i tuoi stessi confini… intanto mi è bastato firmare quegli autografi ;)

Info su rita

BIOGRAFIA Rita Zingariello, cantautrice pugliese. Nasce ad Altamura nel 1981. Dall’età di 7 anni si avvicina allo studio del pianoforte. Da adolescente abbandona l’idea degli studi classici di pianoforte in Conservatorio e verso i 14 anni si avvicina alla chitarra da autodidatta; iniziano così negli anni ’90 le prime registrazioni di semplici melodie inventate sui nastri vuoti delle musicassette. Dopo anni di concertini, prove nei garages e serate nei locali alla ricerca di un genere preciso in cui riconoscersi conclude gli studi classici e dal 2001 si dedica alla gestione e direzione dell’associazione musicale di famiglia, L’Arpeggione, dove è cresciuta a stretto contatto con ragazzi di ogni età ed insegnanti di alta formazione professionale. Nel frattempo continua i suoi studi e nel 2008 raggiunge con ottimi risultati la laurea in Giurisprudenza e il diploma di canto presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Contemporaneamente segue numerosi stages di canto pop e musicoterapia che le hanno consentito negli anni di migliorare le sue tecniche di insegnamento nell’educazione musicale e nel canto. Dal 2000 infatti collabora con scuole ed enti pubblici per la realizzazioni di spettacoli musicali, con enti ed associazioni private per l’organizzazione di stagioni concertistiche, seminari ed eventi privati che l’hanno portata negli anni a stare in contatto con artisti di fama nazionale ed internazionale dalla musica al teatro: per citarne alcuni Tosca, Nicola Arigliano, Fabio Concato, Ron, Mariella Nava, Luigi Alva, Grazia Di Michele, Fabrizio Palma, Danilo Rea, Gino Paoli, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco e numerosi altri… Nel 2009 inizia la sua attività di cantautrice con la presentazione alle selezioni di Sanremo il suo primo inedito “Respirando”. Da questa esperienza e dai riscontri positivi ottenuti inizia un lavoro in studio di registrazione che si conclude con la realizzazione della prima raccolta di inediti “E’ alba”. L'ep è stato realizzato presso “MUSIC CLUB” a.r.l., Santarcangelo di Romagna (RN) con: -Lorenzo Sebastiani: (A. Celentano, Jovanotti, Kelly Joyce, Dirotta su cuba, Mietta, Gianni e Marcella Bella Ligabue) arrangiamenti, tastiere, programmazioni -Andrea Morelli: (Skunk Anansie, Andrea Mingardi, Cesare Cremonini, Pier Cortese, John De Leo) chitarra elettrica -Pier Mingotti: (Francesco Guccini, Gianni Morandi, Eugenio Finardi, Ivan Graziani, Simone, Alex Baroni): basso -Dario Ciccioni: (Empyrios, Hartmann, Twinspirits) batteria. Conclusi i lavori in studio nel novembre 2010 Rita ha l’occasione di presentare i suoi inediti per la prima volta aprendo il concerto di Gino Paoli e Danilo Rea nel Palazzetto di Altamura davanti ad un grande pubblico che le regala numerosi consensi. Dopo quel concerto rimane affascinata dalle sonorità della musica jazz ed inizia così una collaborazione con musicisti noti al panorama italiano con i quali sta registrando il suo prossimo album di inediti: Giovanni Scasciamacchia (Giovanni Amato, Alfonso Deidda, Alfredo Di Martino, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Dado Moroni), batteria ; Ettore Carucci (Tony Scott, Bob Mintzer, Rachel Gould, Sarah Jane Morris, Kim Plainfield), pianoforte; Tommaso Scannapieco (Enzo Avitabile, Tony Esposito, Gegè Telesforo, Danilo Rea, Fabrizio Bosso) contrabbasso; e la partecipazione straordinaria di Daniele Scannappieco (Henri Salvador, Joe Lovano, H.Ruiz, G.Hutchinson, E.Reed; J.Locke, I.Coleman, D.D.Bridgewater, R.Gatto, J.O.Mazzariello, Mario Biondi), sax tenore. Dal 2011 dopo anni di esperienza e di ricerca è finalmente partita la sua prima tournèe da cantautrice. A marzo 2012 vince il contest “Musica è” e “We will pop you” e a giugno 2012 è finalista nazionale e tra i vincitori di Sanremo rock. Ospite all’ultima edizione del Contursi Festival ad agosto 2012 continua a ricevere consensi da parte del pubblico e della critica. Nel 2013 supera le selezioni regionali di Castrocaro, frequenta l'Accademia di Castrocaro superando i quarti di finale, poi le semifinali nazionali attraverso concerti in tutta Italia e a giugno 2013 è tra i finalisti del noto festival italiano in seconda serata su Raiuno. Ancora inconraggiata dai consensi del pubblico si tuffa in un nuovo lavoro di scrittura che si concluderà a gennaio 2014 quando a Treviso con Phil Mer si dedicherà alla produzione artistica del suo terzo album. Non resta che aspettare l'uscita del nuovo album ;)
Questa voce è stata pubblicata in blog. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.